Mafie e dintorni #19 – ‘Ndrine e camorra, la discarica della Falcognana tra i sospetti

La questione rifiuti romana tiene banco per l’apertura della discarica di Falcognana. Oltre al rischio ambientale e sanitario, c’è l’infiltrazione mafiosa. PERICOLO INFILTRAZIONI – La questione rifiuti romana sta tenendo banco in queste settimane, visto l’avvicinarsi dell’apertura di una nuova discarica alla Falcognana da parte delle Regione per far fronte all’emergenza rifiuti della zona. Il 22 …

Mafie e dintorni #18 – Rifiuti tossici a Casal di Principe: tra verità celate e Camorra, i cittadini si mobilitano

La scoperta di decine di fusti di rifiuti tossici nelle campagne antistanti Casal di Principe ha improvvisamente fatto breccia nella coltre che avvolge il traffico illecito di rifiuti. Tra confessioni di ex boss e la mobilitazione della società civile, si è alzato il poleverone. TERRA MALATA – «La Campania è malata, migliaia sono i morti ogni giorno …

Roghi in Campania: Comitati dei fuochi contro il ministro della salute

Impazzano su Facebook le richieste di aiuto e gli inviti a scrivere al ministro della Salute Lorenzin da parte del comitato dei fuoci di Napoli. Il ministro passato in visita dei comuni in seguito all'inchiesta di Avvenire, preceduto nei giorni scorsi dal ministro dell'ambiente Orlando, ha attribuito i mali dei cittadini sia alla presenza di …

Napoli, protesta la Camorra?

La manifestazione contro la Ztl voluta dal comune di Napoli ha portato al lancio di alcuni petardi e di una bomba carta davanti al comune, un paio i feriti. La risposta del Sindaco De Magistris: c’era l’ombra della camorra. Presa di distanza da parte degli organizzatori della marcia e indagine della Digos partenopea sugli scontri. …

Mafie e dintorni #5 – Peppe Diana, il parroco che sfidò la Camorra per amore del suo popolo

Don Peppe ha finito di preparare le ostie per messa, non sapeva che non sarebbe mai arrivata. Finito di vestirsi si incammina per uscire dalla sagrestia, ma una figura lo incrocia. Un uomo di mezza età, una pistola. Uno, due, tre, quattro, cinque colpi. Si accascia a terra senza vita. Così moriva 19 anni fa Don Giuseppe Diana …